Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Arte e Cultura » Storie per bambini »
Storie per bambini

Sorpresa dopo la celebrazione del Corpus Domini...

Pubblicato 2014/06/09
Autore : Suor Ariane Heringer Tavares, EP

Quella mattina di giugno non poteva spuntare all'orizzonte in modo più raggiante. Il Sole risplendeva in modo tutto speciale, gli uccelli cinguettavano con giubilo, il rumore delle sorgenti sembrava cantare la gloria del suo Creatore

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Per la seconda volta Jacques notò una distinta signora seduta sotto una quercia, sul ciglio della strada. Che cosa stava facendo lì una così nobile signora?

Suor Ariane Heringer Tavares, EP

Quella mattina di giugno non poteva spuntare all'orizzonte in modo più raggiante. Il Sole risplendeva in modo tutto speciale, gli uccelli cinguettavano con giubilo, il rumore delle sorgenti sembrava cantare la gloria del suo Creatore… Tutta la natura dava sfoggio di giubilo nel giorno in cui si celebrava la Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo.

E se persino negli esseri irrazionali traspariva questa gioia, a maggior ragione essa si manifestava negli ardenti fedeli di quel piccolo villaggio. Istruiti con cura da padre Pierre sulla devozione al Santissimo Sacramento, tutti erano molto impegnati a preparare la cerimonia della sera: i chierichetti e sacrestani si occupavano di adornare l'altare; le donne, delle composizioni floreali e della pulizia della chiesa; gli uomini, di raddrizzare e pulire i sentieri lungo i quali la processione sarebbe passata. Quanto al sacerdote, trascorse quasi tutta la mattina nel confessionale, poiché il suo gregge, più che offrire espressioni esteriori al Signore Gesù, desiderava offrir- Gli l'anima pulita da qualsiasi colpa, degna di riceverLo nella Sacra Comunione.

All'ora fissata per la Messa, la pittoresca chiesetta era così adornata e brillante da sembrare piuttosto una piccola cattedrale! La cerimonia fu realizzata col più grande splendore e partecipazione, risvegliando una devozione ancora più ardente nei cuori dei fedeli. Il parroco a stento riusciva a trattenere la sua gioia e, la sera, prima di ritirarsi, rese al Signore una fervente azione di grazie per i benefici e doni versati in quella celebrazione. Tuttavia, dopo innumerevoli prove di devozione cui aveva assistito, egli non poteva nemmeno immaginare la sorpresa terribile che era in serbo per lui la mattina successiva...

Come al solito, padre Pierre si svegliò prima dell'alba e subito andò a prepararsi per la Messa mattutina. Inginocchiato in uno dei primi banchi della chiesa, pregava: oltre a diverse intenzioni, chiedeva alla Madonna un amore più puro e intenso alla Santissima Eucaristia per sé e per tutto il popolo. Tuttavia, approssimandosi all'altare, notò che c'era qualcosa di diverso... e non poteva credere a quello che i suoi occhi vedevano! Il tabernacolo era stato scassinato e avevano portato via le due ampolle piene di particole consacrate che lui aveva riposto alla vigilia. Fece immediatamente suonare le campane a martello per convocare la comunità.

Tutti risposero prontamente alla chiamata, manifestando un fervente desiderio di riparare a un così infame peccato e trovare quanto prima le Ostie sottratte. Ma da dove avrebbero potuto cominciare a cercare se non c'era nessuna traccia dei sacrileghi assalitori? Lo zelante sacerdote divise le persone in gruppi, esortandoli a chiedere con insistenza l'ausilio divino per localizzare le Sacre Specie.

Alcuni iniziarono la ricerca nelle vicinanze della Chiesa, altri sui monti che circondavano il villaggio. Vari, infine, si diressero nei campi coltivati, fiduciosi che avrebbero scoperto qualche indizio sull'accaduto. Tuttavia, nonostante lo sforzo, nessuno dei gruppi ottenne il minimo successo nella sua indagine. Sul far della sera, quando tutti rientrarono estenuati e avviliti, sentirono all'esterno le grida di un bambino ansimante:

– Padre, padre! L'abbiamo trovato! Venga in fretta!

Il parroco si alzò di scatto e seguì il bambino a passo rapido, fino a raggiungere un campo di grano, distante circa 5 km. Giunto sul posto – oh, meraviglia! –, padre Pierre trovò, avvolte da una soave luce, le particole intatte. Tuttavia, le ampolle erano sparite e, peggio ancora, purtroppo c'era solo la metà delle Ostie rubate...

Presero con ogni reverenza le Sacre Particole e tornarono in chiesa, in un'improvvisata processione. Lì trascorsero la notte in veglia, avvicendandosi nell'adorazione al Santissimo Sacramento. E la ricerca delle altre Ostie continuò per oltre una settimana, senza che diminuisse lo spirito o la fede dei paesani, nonostante l'insuccesso.

Un giorno, Jacques, il fornaio, che ogni mattina portava i suoi pani di granturco, baguette e dolci da vendere in città, incontrò una distinta signora seduta su una pietra, sotto una quercia, sul ciglio della strada. Al ritorno, più tardi, la nobile signora era sempre lì. Egli, allora, decise di avvicinarsi. Si presentò con semplicità e chiese rispettosamente se le poteva esser utile in qualcosa.

Dopo aver ringraziato per la cortesia, la bella signora gli rispose con soavità e dolcezza:

– Sto facendo compagnia a mio Figlio.

Senza capire bene, ma intuendo qualcosa, Jacques fece un rispettoso inchino e si ritirò stupefatto.

Giunto al villaggio, corse ad avvisare padre Pierre dell'accaduto. Il sacerdote conosceva il fornaio da bambino e sapeva che non era per nulla propenso a fantasie. Lo fissava, mentre gli raccontava il fatto, e si affermava a ogni istante nel parroco la convinzione che quello era un segno. Fece convocare tutti e si diresse immediatamente alla quercia.

La distinta signora non c'era più ed era scomparsa senza lasciar tracce... ciò nonostante, una soave luce emanava da una fessura all'interno della quercia. Contenendo l'emozione, padre Pierre introdusse il braccio nella fenditura e la sua mano subito palpò un oggetto di metallo. Era una delle ampolle scomparse! Dispiegando il corporale sopra una pietra – proprio quella sulla quale Jacques aveva visto la bella signora seduta –, depositò in esso l'ampolla e s'inginocchiò prima di aprirla. Nel frattempo, ebbe un moto di disappunto: era vuota! Soltanto alcuni frammenti, sparsi e minuscoli, indicavano che vi erano state le Sacre Specie, e forse erano quelle già trovate. Dove potevano aver messo l'altra? Che contenesse ancora il Santissimo Sacramento?

Era talmente assorto nei suoi pensieri, che Jacques dovette toccargli il braccio per attirare la sua attenzione:

– Padre Pierre, padre Pierre! La fessura della quercia continua ad essere illuminata. Deve esserci qualcos'altro...

Il sacerdote si girò e, con agilità, introdusse nuovamente il braccio nella fenditura, toccando la seconda ampolla! E le Ostie mancanti, effettivamente, erano ancora al suo interno!

Dopo un breve atto di adorazione, il parroco prese le Sacre Particole, le coprì con un velo e le portò fino alla chiesa, dove già le campane suonavano a festa. Mentre recitava a gran voce giaculatorie o accompagnava i canti intonati dal popolo, pensava all'accaduto... La perdita e l'incontro di Gesù Eucaristico aveva reso tutti più consapevoli dell'immenso valore del Santissimo Sacramento!

Rivista Araldi del Vangelo, Giugno/2014, n. 134, p. 46 - 47

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 1

Articoli suggeriti

Fiamma di vigilanza e preghiera

Corteo, canti, incenso… Termina una cerimonia liturgica. I fedeli se ne vanno pervasi di serietà e gioia, come inebriati dalle grazie che hanno appena ricevuto...Leggi tutto

Fedeli messicani si riuniscono per recitare il tradizionale Rosario Vivente

In occasione del mese del Rosario, celebrato ad ottobre, e in occasione della Festa della Madonna del Rosario - festa che si terrà il prossimo 07 ottobre, l'Arcidiocesi del Messico svolgerà il tradizionale evento del Rosario Vivente, tenuto da 23 anni....Leggi tutto

Congresso Eucaristico Arcidiocesano si inizia in Bolivia

L’evento ha come tema lo stesso del grande incontro eucaristico del prossimo anno: “L’Eucaristia, pane spezzato per il mondo”...Leggi tutto

Sacramentini promuovono la Settimana Eucaristica in Argentina

L’atto è in preparazione per la festa di San Pedro Julião Eymard, fondatore della Congregazione del Santissimo Sacramento, che si terrà il 2 agosto....Leggi tutto

Santuario dell’Uruguay apre le sue porte per adorare il Santissimo Sacramento

In occasione del mese del Sacro Cuore di Gesù, il Santuario di Santa Maria della Visitazione celebrerà dal 19 giugno la Settimana Eucaristica....Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.