Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Arte e Cultura » Storie per bambini »
Storie per bambini

Una vecchia bisaccia

Pubblicato 2011/09/06
Autore : Suor Lucía Ordoñez Cebolla, EP

Era una fredda mattina d'inverno. La nebbia copriva ogni cosa e dava al paesaggio un'impressione di mistero. Un Sole timido insisteva per diffondere i suoi raggi di luce attraverso le nubi...

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Marta e Gioacchino uscirono per trovare qualcosa da mangiare per i bambini.
Nel frattempo, Maria riunì i fratellini e, insieme, cominciarono a pregare...
Suor Lucía Ordoñez Cebolla, EP

Era una fredda mattina d'inverno. La nebbia copriva ogni cosa e dava al paesaggio un'impressione di mistero. Un Sole timido insisteva per diffondere i suoi raggi di luce attraverso le nubi, per essere poi coperto da loro, che, spesse e scure, contribuivano a rendere il clima ancora più tetro e cupo.

In quell'umile casa, una piccola pentola bolliva sulla stufa a legna, riscaldando la cucina, che serviva anche come sala da pranzo. La famiglia riunita era in attesa del primo pasto della giornata, consistente unicamente in una magra minestra di verdure che fu servita a cinque bambini, limitandosi i genitori a mangiare un pezzo di pane duro, di alcuni giorni prima, perché il pasto caldo non bastava per tutti... Marta disse al marito:

- Anch'io oggi esco, Gioacchino. Andrò a lavorare dalla signora Carmen, perché non abbiamo più da mangiare per i bambini. Tu andrai a pescare?

A testa bassa, il pescatore rispose alla moglie:

- Ci proverò, ma... Chi si prenderà cura di Isabella? Lei ha ancora la febbre. Inoltre, il nostro piccolo orto è tutto bruciato dal freddo e le acque del fiume sono così gelate che non riesco a prendere un solo pesce da una settimana.

Alzandosi e avvicinandosi al marito per incoraggiarlo, Marta lo redarguì:

- Senti, Gioacchino, dobbiamo aver fiducia! Siamo poveri, però siamo gente rispettabile e onesta. La Vergine Santissima non ci abbandonerà!

Maria, la figlia più grande aveva solo nove anni. Tuttavia, sentendo la conversazione dei genitori, si avvicinò con aria di persona matura e disse loro:

- Mamma, se vai al campo, io resterò a prendermi cura di Isabella. Lei sta meglio e io sono già grande. Posso prendermi cura dei miei fratellini, raccogliere la legna e mantenere il fuoco acceso per quando arriverai.

I genitori, emozionati, abbracciarono Maria, baciarono gli altri bamini e, raccomandando loro di comportarsi bene, uscirono confidando nell'aiuto della Madonna.

Gioacchino prese la sua vecchia bisaccia e si diresse verso il fiume, dove salì sulla sua piccola barca, remando verso acque più profonde, con la speranza di riuscire a prendere qualche pesce. Marta si avviò risolutamente verso la casa della signora Carmen, disposta a fare i lavori voluti dalla padrona e raccogliere nel suo orto alcune verdure.

Nel frattempo, Maria riuniva i fratellini e insieme pregavano ai piedi dell'immagine della Madonna del Buon Rimedio che presiedeva l'interno della piccola casa, chiedendo- Le di risolvere quella situazione.

Giunta al cancello della casa, Marta incontrò Marcello e Giacomo, i nipoti della signora Carmen, che, ben riparati, uscivano di corsa a giocare nei campi, presso il fiume. Essi la salutarono e continuarono per la loro strada, allegri e spensierati.

Dopo aver molto corso e saltato, col volto tutto rosso dallo sforzo, i bambini giunsero in riva al fiume, dove Gioacchino aveva lasciato, in attesa del suo ritorno, una rete strappata e la vecchia bisaccia, vuota... Vedendola, Marcello disse:

- Penso che questa bisaccia sia di Gioacchino, il pescatore, il marito della signora Marta, quella signora che lavora dalla nonna.

- È vero, rispose Giacomo. Marcello era molto giocherellone e propose:

- E se la nascondiamo? Ci nascondiamo dietro questi arbusti e ci divertiamo a guardare la faccia afflitta del pescatore che cerca la sua borsa e non la trova... Sarà divertente!

Giacomo era un buon bambino e l'idea di divertirsi alle spalle di qualcuno gli causava repulsione. Disse, allora, al cugino:

- Non lo trovo divertente. Gioacchino è povero e lavora molto duramente per sostenere la famiglia. Poverino, guarda come è vecchia la sua bisaccia! E se invece di nasconderla mettiamo delle monete in tutti i suoi scomparti? Allora, sì, possiamo nasconderci per contemplare la sua sorpresa.

A Marcello piaceva giocare brutti scherzi agli altri, ma non aveva un cuore cattivo e accettò la proposta. Nel frattempo, Marta aveva già pulito tutta la casa della signora Carmen, aveva preparato il pranzo e dato da mangiare agli animali. La buona signora, in cambio, l'aveva autorizzata a portar via tutta la verdura che ancora c'era nell'orto, regalandole anche due dozzine di uova e una gallina grassa, per fare un brodo per la figlioletta malata.

Il tempo trascorse, il freddo continuava ad essere intenso e il Sole era sparito completamente. Gioacchino, dalla barca, supplicava la Vergine Santissima di proteggere la sua famiglia, poiché la rete continuava ad essere leggera, segno che non era riuscito a prendere nessun pesce.

Alla fine, dovette desistere e decise di ritornare verso casa, desolato.

Ma, sollevando la vecchia borsa che aveva lasciato a riva, sentì un tintinnio... Sembravano monete. Era frutto della sua immaginazione? Aprì uno scomparto e vi trovò del denaro. Non ci poteva credere! Si guardò intorno per vedere se trovava il padrone e non vide nessuno. Aprì un altro scomparto e ne trovò ancora. Non si trattava di una grande somma, ma era sufficiente per comprare le medicine per la sua piccola Isabella e un po' di cibo.

Marcello e Giacomo, dopo aver giocato molto, avendo avvertito l'arrivo del pescatore, si erano nascosti dietro un arbusto e osservavano la scena.

Gioacchino non si trattenne. In lacrime, si mise in ginocchio e, con le mani elevate al Cielo, ringraziò la Madonna per aver ascoltato le sue preghiere, chiedendoLe di benedire le mani benedette che gli avevano fatto una simile carità.

Anche Marcello e Giacomo rimasero scossi. Il loro gioco aveva avuto un effetto molto più grande di quello sperato. Pensarono di uscire dal nascondiglio per abbracciare il buon Gioacchino, ma si trattennero, rimanendo nascosti per non turbare la sua gioia.

Di ritorno a casa, Gioacchino raccontò a Marta tutto quello che era accaduto e lei gli mostrò quello che aveva ricevuto dalla generosa padrona. Tutta la famiglia, contenta e riconoscente, pregò la Madonna del Buon Rimedio con una grande certezza nell'anima: sia quel che sia, Maria Santissima veglia sempre sui suoi figli, soprattutto i più bisognosi!

(Rivista Araldi del Vangelo, settembre/2011, n. 101. p. 46 - 47)

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Io sto vicino a ognuno...

Il tempo trascorreva e il mistero continuava a non essere svelato! Il parroco, però, non lasciava che lo spirito degli abitanti, he continuavano a cercare senza alcun esito la statua della loro patrona, si abbattesse. ...Leggi tutto

"Vecchi"... come certi vini

Quante volte le nostre anime possono sentirsi come una bottiglia di vino custodita in una buia cantina, che il Divino ispensiere non sembra nemmeno DegnarSi di guardare… Però, al momento opportuno Egli verrà a farci visita. ...Leggi tutto

La voce del silenzio

È il silenzio una semplice assenza di rumore o di comunicazione? Non sempre... A volte esso parla più delle parole, aprendo le orecchie dell’anima alle sublimità del soprannaturale....Leggi tutto

La docilità allo Spirito Santo insegnata da dei pagani

Alla durezza di cuore della maggioranza del popolo eletto, che rifiuta la nascita del Messia, si oppone l'esempio di docilità alla chiamata di Dio, manifestato da re pagani di terre lontane....Leggi tutto

Slogan e logo per l’Anno dedicato alla Vita Consacrata

"La vita consacrata nella Chiesa Oggi: Vangelo, Profezia e Speranza", è il motto che la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica ha presentato per l'Anno dedicato alla Vita Consacrata, evento che avrà inizio il 30....Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.