Visita del Papa alla parrocchia di San Giuseppe a Roma

Pubblicato 2014/12/15
Autore: Gaudium Press

Questa domenica Papa Francesco si รจ recato in visita pastorale alla parrocchia di San Giuseppe in Aurelio, su via Boccea, a ovest della Diocesi di Roma.

Città del Vaticano (Lunedìo, 15-12-2014, Gaudium Press) - Questa domenica Papa Francesco si è recato in visita pastorale alla parrocchia di San Giuseppe in Aurelio, su via Boccea, a ovest della Diocesi di Roma.

Il Papa ha potuto incontrare i vari settori della comunità parrocchiale: bambini ed i giovani della catechesi, la comunità dei nomadi, i malati e le famiglie con i bambini battezzati durante l'anno. Lui ha anche ricevuto in confessione alcuni penitenti, e ha presieduto la celebrazione della Santa Messa.

Durante l'incontro con i bambini della parrocchia, il Santo Padre ha condiviso con loro la sua esperienza di incontro con il Bambino Gesù. Ha parlato della sua prima comunione, 70 anni fa, nell'8 ottobre 1944. Prima di chiudere l'incontro con i bambini, il Papa ha benedetto le immagini del Bambino Gesù, che loro avevano portato.

Poco dopo i bambini, sono stati alcuni membri della comunità nomade, o zingari, che hanno potuto essere con Francesco. Il Papa li ha consigliato di avere sempre speranza perché la speranza è Gesù. Ha ricordato che il Signore ci aspetta sempre. Poi ha chiesto loro di pregare molto perché ci sia sempre la pace nelle famiglie.

Il Papa ha poi visitato i malati, e ha incontrato con circa 60 pazienti nella cappella della Casa degli Oblati di San Giuseppe. Le parole del Papa sono state brevi, ma lui ha potuto salutare ognuno dei pazienti presenti. In quell'occasione ha detto: "Senza di voi la Chiesa non esisterebbe, perché una Chiesa senza malati non sarebbe andata avanti". "Siete la forza della Chiesa".

Con le famiglie dei bambini battezzati durante l'anno ha condiviso una parte della sua storia. Ha ricordato che èr stato battezzato il giorno di Natale, perché tradizionalmente in Argentina, i bambini erano battezzati otto giorni dopo la sua nascita. Ha anche detto alle famiglie che quando i bambini piangono nessuno deve lamnetarsi perché "il primo pianto dei bambini è la voce di Dio".

Dopo essere stato con le famiglie, Papa Francesco ha sentito alcune confessioni nella sacrestia della chiesa, per poi compiere l'atto finale della sua visita è stata la celebrazione della Santa Messa. (JSG)