Centenario di Don Alvaro del Portillo: Opus Dei rivece messaggio del Papa

Pubblicato 2014/03/13
Autore: Gaudium Press

Mons. Álvaro del Portillo: “sacerdote zelante che ha saputo coniugare un’intensa vita spirituale, con un impegno apostolico”, ha scritto il Papa.

Città del Vaticano (Giovedì, 13-03-2014, Gaudium Press) Papa Francesco ha recentemente inviato un telegramma alla Pontificia Università della Santa Croce, in occasione del convegno organizzato dall'Opus Dei nel centenario della nascita del primo successore di San Josemaría Escrivá de Balaguer nella direzione dell'Opus Dei, mons. Álvaro del Portillo, che sarà beatificato il 27 settembre di quest'anno.

Nel suo messaggio, il Papa ha scritto: "mons. Álvaro fu un sacerdote zelante che seppe coniugare una intensa vita spirituale fondata sulla fedele adesione alla roccia che è Cristo con un generoso impegno apostolico che lo rese pellegrino nei cinque continenti".

"Il suo zelo apostolico è un incentivo a far sí che tutti i cristiani si adoperino per portare l'amore e la misericordia di Gesù fino all'ultimo angolo del mondo", ha aggiunto.

Firmato dal segretario di Stato mons. Pietro Parolin, i membri citati nel telegramma sono stati invitati a seguire concretamente l'esempio di vita di San Josemaría, mantenendosi decisi nel testimoniare la perenne novità del Vangelo, annunciando l'universale chiamata alla santità e la collaborazione, con il quotidiano lavoro, alla salvezza dell'umanità".

Il Convegno si è aperto con l'intervento di mons. Javier Echevarría, gran cancelliere dell'Università e attuale prelato dell'Opus Dei, che ha ricordato come l'evento coincida con gli esercizi spirituali di Papa Francesco e con il primo anniversario della sua elezione alla sede di Pietro. (LMI)