Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Dottrina » Spiritualità »
Spiritualità

Candore, bontà e isolamento

Pubblicato 2018/04/05
Autore : Suor Giovana Wolf Gonçalves Fazzio, EP

Gli assoli che di solito il mandolino interpreta sono intrisi di uno spirito poetico, pieno di candore e bontà, ma incompreso e persino respinto. Questo isolamento, tuttavia, conferisce al timbro di questo strumento una bellezza speciale.

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

1.jpgQuante idee, ispirazioni, sentimenti, ricordi ci vengono nell’anima quando sentiamo una bella melodia eseguita, preferibilmente da strumenti ben accordati! Questo perché la musica possiede la capacità di trasportarci a realtà molto superiori rispetto a quelle che constatiamo con i nostri occhi, eleva il nostro spirito e ci rende più vicini al soprannaturale. Ci trasmette, insomma, qualcosa di Dio stesso.

Certe composizioni denotano serietà ed equilibrio di spirito, come avviene nel canto gregoriano; altre sembrano consolarci nella solitudine e nell’abbandono; altre ancora ci ispirano con orizzonti grandiosi, panorami sublimi… Il mondo delle armonie è così vasto che è impossibile descriverlo a parole, perché parla più di sentimento che di ragione. Attraverso la musica, le anime percepiscono, odorano, respirano e assaporano negli imponderabili le realtà superiori.

Quando la lingua parlata non riesce a trasmettere i sentimenti, lo spirito comincia a cantare! Quanto sarebbe bello sentire la melodia di un’anima nel culmine della gioia! Quanto toccante e doloroso sentire quella di qualcuno immerso in un calvario di prove e abbandoni!

Ci narra la pietà popolare che gli Angeli e i Beati cantano in Cielo perché non sono sufficienti le parole per lodare Dio e la sua Santissima Madre ed esprimere la gioia della comunione celeste!

Tuttavia, la necessità per l’uomo di esprimere musicalmente ciò che porta nel suo cuore è tale che le voci molte volte non bastano… E per questo sono sorti gli strumenti. Ognuno di questi ha la sua “personalità”, il suo timbro, le sue caratteristiche. Ci sembra che siano persino portatori di stati di spirito molto caratteristici. La tromba, ad esempio, è forte e maestosa, adatta a far parte di una corte reale; la nobiltà e la delicatezza si combinano meravigliosamente nel violino; i flauti mostrano sottigliezza e cortesia; e così via.

2.jpg
Mandolino italiano del XIX secolo appartenente a
Donna Lucilia Ribeiro dos Santos Corrêa de Oliveira;
sopra, Angeli musici, di Lorenzo Veneziano
– Museo delle Belle Arti, Tours (Francia)
Prendiamo ora uno strumento molto semplice e modesto, che può passare inosservato anche per molti amanti della musica: il mandolino. Questo tipo di “chitarrina”, piacevole come una goccia di rugiada, possiede anch’esso la sua funzione o per meglio dire “la sua piccola funzione”…

Gli assoli che di solito interpreta si presentano intrisi di uno spirito poetico, rivolto al meraviglioso, pieno di candore e bontà, ma frainteso e persino respinto. Questo isolamento, tuttavia, gli conferisce una bellezza speciale: il suo suono è così soave e affabile che, se unito a strumenti più potenti, non può più essere percepito; ma non smette per questo di marcare l’insieme con il suo timbro caratteristico.

Così sono le anime incomprese e rifiutate dal mondo, anche dalle persone a loro più vicine, per il fatto di essere fedeli a Dio. Finiscono per formare un serbatoio di candore e bontà contagiosa per chi si avvicina a loro disposto a lasciarsi influenzare.

 Se un mandolino potesse raccontare – o meglio, cantare – ciò che gli va nell’anima, si descriverebbe come qualcuno che soffre per l’abbandono, ma che trabocca di affetto per gli altri. “Il mio timbro”, direbbe, “è l’immagine delle anime che sanno armonizzare il candore e la bontà con la sofferenza che l’isolamento comporta”. (Rivista Araldi del Vangelo, Aprile/2018, n. 179, p. 50- 51)

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.