Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Altri » Notizie »
Notizie

400 milioni di bambini uccisi in Cina

Pubblicato 2014/12/17
Autore : Gaudium Press

Immaginiamo che tutti gli uomini, donne e bambini negli Stati Uniti scomparissero. Ancora così non raggiungerebbero nemmeno lontanamente i 400 milioni...

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Washington - Stati Uniti (Mercoledì, 17-12-2014, Gaudium Press) - Immaginiamo che tutti gli uomini, donne e bambini negli Stati Uniti scomparissero. Ancora così non raggiungerebbero nemmeno lontanamente i 400 milioni di bambini non nati uccisi da quando il governo cinese ha iniziato ad applicare la politica del figlio unico, 35 anni fa. "È stato il paragone fatto in un recente articolo di Steven Mosher, Presidente del Population Research Institute (PRI).

E lui ha ricordato che i primi bambini vittimi della politica dell'aborto del figlio unico in Cina "avrebbero oggi 35 anni".

Mosher è stato uno dei primi che a denunciare gli abusi del programma, che è entrato in vigore 35 anni fa. La politica del figlio unico in Cina, costringe le famiglie ad avere soltanto un figlio, e quelle che ne hanno più, sono punite con multe severe.

In questo momento, 400 milioni di bambini sono morti per aborti forzati.

In uno dei suoi articoli, che aveva come titolo "Questo è per i bambini perduti della Cina", Mosher ha chiesto preghiere "per loro e per le loro madri, molte delle quali sono state portate ai centri di salute dello Stato sotto la forza o le minacce, a fare abortiche non hanno mai voluto e ora lamentano profondamente".

Secondo lui, "dieci milioni di donne cinesi continueranno ad essere costrette all'aborto e alla sterilizzazione ogni anno". (JSG)

Dalla Redazione - informazioni dell'ACI digitale

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.