Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Altri » Notizie »
Notizie

Papa a Santa Marta: La più brutta corruzione è lo spirito di mondanità!”

Pubblicato 2014/11/27
Autore : Gaudium Press

Anche in mezzo a tante difficoltà, il cristiano non ceda alla depressione. È ciò che ha detto il Santo Padre nella Messa celebrata la mattina di questio giovedì 27 novembre a Casa di Santa Marta...

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Città del Vaticano (Giovedì, 27-11-2014, Gaudium Press) Anche in mezzo a tante difficoltà, il cristiano non ceda alla depressione. È ciò che ha detto il Santo Padre nella Messa celebrata la mattina di questio giovedì 27 novembre a Casa di Santa Marta, in cui ha dunque avvertito che "corruzione" e "distrazione" ci allontanano dall'incontro con il Signore.

papa.jpg

Meditando sulle città che non hanno accolto Nostro Signore Gesù Cristo, all'epoca, Babilonia e Gerusalemme, menzionate nell'Apocalisse e nel Vangelo di San Luca, il Papa ha detto che attirano la nostra attenzione sulla fine di questo mondo, e ha usato l'esempio della prima, caduta per il fatto di essere vista come "simbolo del male, del peccato" e della corruzione, perché si sentiva padrona del mondo e di se stessa.

E quando "si accumula il peccato si perde la capacità di reagire e si incomincia a marcire. Così, del resto, accade anche con le "persone corrotte, che non hanno forza per reagire", ha detto.

Secondo il Pontefice, la corruzione ti dà qualche felicità, "ti dà potere e anche ti fa sentire soddisfatto di te stesso", tuttavia "non lascia spazio per il Signore, per la conversione".

"La più brutta corruzione è lo spirito di mondanità!", ha detto.

Questa "cultura corrotta", ha soggiunto, "ti fa sentire come in Paradiso qui, pieno, abbondante", ma "dentro, quella cultura corrotta è una cultura putrefatta", una volta che allontanata da Dio, anche allontanata dall'amore al prossimo, che finisce per marcire".

Sempre secondo il Pontefice, nel messaggio della Chiesa "c'è una promessa di speranza", perché "Gesù ci esorta ad alzare il capo, a non lasciarsi spaventare dai pagani. Questi "hanno il loro tempo e dobbiamo sopportarlo con pazienza, come ha sopportato il Signore la sua Passione".

"Quando pensiamo alla fine, con tutti i nostri peccati, con tutta la nostra storia, pensiamo al banchetto che gratuitamente ci sarà dato e alziamo il capo. Niente depressione: speranza!, ha sottolineato.

Alla fine della Messa, il Santo Padre ha esortato: "chiediamo al Signore la grazia di essere preparati per il banchetto che ci aspetta, col capo sempre alto". (LMI)

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

La Chiesa diventa madre soltanto quando si apre alla novità di Dio, afferma il Papa

Nell'ultima Messa mattutina in Casa Santa Marta di quest'anno, Papa Francesco ha detto la seguente frase: "la Chiesa deve essere una madre, e non un'imprenditrice"......Leggi tutto

“La vita è un cammino verso la pienezza di Gesù Cristo”, sottolinea il Pontefice in Casa Santa Marta

A Casa Santa Marta, il Santo Padre ha detto ai fedeli riuniti questo lunedì 13, che "dobbiamo aprirsi alle sorprese di Dio, non chiudersi ai segni dei tempi". Commentando le parole di Nostro Signore Gesù Cristo......Leggi tutto

Santi di Ottobre 2014

I Santi di ogni giorno...Leggi tutto

Santa Sede approva Messa votiva del Santo Calice

Una grande sorpresa aveva Don Carlos Osoro, Arcivescovo di Madrid, che ha presieduto la domenica scorsa presso la Cattedrale di Valencia la Messa in ringraziamento e saluto all'Arcivescovo della città spagnola....Leggi tutto

Santo Padre partecipa alla celebrazione dei Vespri nella Cattedrale di Tirana, in Albania

Durante il suo soggiorno a Tirana, capitale dell'Albania, Papa Francesco ha celebrato una Messa dei Vespri nella Cattedrale di San Paolo insieme a 150 sacerdoti e 400 religiosi, tra i quali seminaristi e membri dei movimenti ecclesiali....Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.