Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Altri » Notizie »
Notizie

Con un Rescriptum, Papa Francesco approva disposizioni su rinuncia di Vescovi e Cardinali

Pubblicato 2014/11/06
Autore : Gaudium Press

Con un Rescriptum, Papa Francesco ha approvato le disposizioni sulla rinuncia dei vescovi diocesani e dei titolari di uffici di nomina pontificia.

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Città del Vaticano - (Giovedi, 06-11-2014, Gaudium Press) - Con un Rescriptum, Papa Francesco ha approvato le disposizioni sulla rinuncia dei vescovi diocesani e dei titolari di uffici di nomina pontificia. Ciò è avvenuto in un'Udienza concessa al Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, il lunedì 3 novembre.

Secondo la spiegazione fornita dal vicedirettore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Ciro Benedettini, si tratta di "una forte riproposizione delle norme già conosciute e un invito a mettere in pratica l'invito del Papa a considerare l'episcopato un servizio e non un onore".

Si conferma, dunque, la disciplina vigente nella Chiesa latina e nelle varie Chiese orientali sui iuris, secondo la quale i vescovi diocesani ed eparchiali, così come i vescovi coadiutori e ausiliari, "sono invitati a presentare la rinuncia al loro ufficio pastorale al compimento dei settantacinque anni di età".

Vale dire che, con l'accettazione della rinuncia, gli interessati decadono anche da qualunque altro ufficio a livello nazionale, conferito per un tempo determinato in ragione del suddetto incarico pastorale.

Vale a dire, le dimissioni sia accettato, con essa cade anche tutte le altre imbarcazioni premiato a livello nazionale da un dato a causa di quel tempo di carica pastorale.

Nel Rescriptum si legge: "Degno di apprezzamento ecclesiale è il gesto di chi, spinto dall'amore e dal desiderio di un miglior servizio alla comunità, ritiene necessario per infermità o altro grave motivo rinunciare all'ufficio di pastore prima di raggiungere l'età di settantacinque anni. In tali casi i fedeli sono chiamati a manifestare solidarietà e comprensione per chi è stato loro pastore, assistendolo puntualmente secondo le esigenze della carità e della giustizia".

"In alcune circostanze particolari - prosegue il documento - l'autorità competente può ritenere necessario chiedere a un vescovo di presentare la rinuncia all'ufficio pastorale, dopo avergli fatto conoscere i motivi di tale richiesta ed ascoltate attentamente le sue ragioni, in fraterno dialogo".

Il documento dice che anche "i cardinali capi dicastero della Curia Romana e gli altri cardinali che svolgono uffici di nomina pontificia sono ugualmente tenuti, al compimento del settantacinquesimo anno di età, a presentare la rinuncia al loro ufficio al Papa, il quale, ponderata ogni cosa, procederà".

Il Rescriptum di Papa Francesco si conclude rivolgendosi ai capi dei dicasteri:

"I capi dicastero della Curia Romana non cardinali, i segretari ed i vescovi che svolgono altri uffici di nomina pontificia decadono dal loro incarico compiuto il settantacinquesimo anno di età; i membri, raggiunta l'età di ottant'anni; tuttavia, quelli che appartengono ad un Dicastero in ragione di un altro incarico, decadendo da questo incarico, cessano anche di essere membri". (JSG)

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Visita del Papa alla parrocchia di San Giuseppe a Roma

Questa domenica Papa Francesco si è recato in visita pastorale alla parrocchia di San Giuseppe in Aurelio, su via Boccea, a ovest della Diocesi di Roma....Leggi tutto

Vatican Insider lancia pagina in cinese

Il Vatican Insider che integra il quotidiano La Stampa, ed è dedicato esclusivamente alle informazioni generali sul Vaticano, alle attività del Papa, della Santa Sede e alla presenza internazionale della Chiesa cattolica, ora pubblica articoli in cinese....Leggi tutto

Cardinale Zen afferma che l’ateismo è la più grande minaccia in Asia

Durante un simposio sulla Chiesa in Asia tenutosi a Roma, il cardinale Joseph Zen, Vescovo emerito di Hong Kong, ha detto che l'ateismo è la più grande minaccia che il continente......Leggi tutto

Santo Padre canonizzerà sei nuovi santi

Papa Francesco canonizzerà sei Beati la prossima domenica 23 novembre, Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re....Leggi tutto

“Mai il Signore dice che il Regno di Dio è uno spettacolo”, ricorda il Papa a Casa Santa Marta

Secondo il Papa, il Regno di Dio cresce ogni giorno grazie a chi lo testimonia senza fare "rumore", pregando e vivendo con fede i suoi impegni in famiglia, al lavoro, nella sua comunità di appartenenza....Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.