Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Altri » Notizie »
Notizie

Santo Padre partecipa alla celebrazione dei Vespri nella Cattedrale di Tirana, in Albania

Pubblicato 2014/09/22
Autore : Gaudium Press

Durante il suo soggiorno a Tirana, capitale dell'Albania, Papa Francesco ha celebrato una Messa dei Vespri nella Cattedrale di San Paolo insieme a 150 sacerdoti e 400 religiosi, tra i quali seminaristi e membri dei movimenti ecclesiali.

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Tirana - Albania (Lunedì, 22-09-2014, Gaudium Press) Durante il suo soggiorno a Tirana, capitale dell'Albania, Papa Francesco ha celebrato una Messa dei Vespri nella Cattedrale di San Paolo insieme a 150 sacerdoti e 400 religiosi, tra i quali seminaristi e membri dei movimenti ecclesiali.

Durante la celebrazione, c'è stato un momento in cui un sacerdote, accompagnato da una monaca, hanno presentato le loro esperienze personali, raccontando ai presenti il periodo dell'antico regime dittatoriale e le persecuzioni contro la Chiesa e il clero albanese.

Nell'occasione, i due superstiti hanno testimoniato nella Chiesa di Tirana la loro fede nel Nostro Signore Gesù Cristo, lasciando il Papa profondamente commosso dalle loro parole.

Poi, Papa Francesco ha detto: "andiamo a casa pensando bene: oggi abbiamo toccato i martiri".

"In questi due mesi, mi sono preparato per questa visita, leggendo la storia della persecuzione in Albania. E per me è stata una sorpresa: io non sapevo che il vostro popolo avesse sofferto tanto! Poi, oggi, nella strada dall'aeroporto fino alla piazza, tutte queste fotografie dei martiri: si vede che questo popolo ancora ha memoria dei suoi martiri, di quelli che hanno sofferto tanto!, ha proseguito.

Alla fine della sua omelia, il Papa, dopo aver sentito le testimonianze del sacerdote e della monaca, fatto, secondo lui, "con una semplicità, ma tanto dolorosa", há colto l'occasione per chiedergli:

"E noi possiamo domandare a loro: ‘Ma come avete fatto a sopravvivere a tanta tribolazione?'.

Poi, il Santo Padre há affermato che "Dio è Padre misericordioso", che è "Dio di ogni consolazione", è stato "Lui a consolarci!", (LMI)

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

I riti e cerimonie della Santa Chiesa Cattolica: Nostalgia anticipata della Patria Celeste

La Santa Chiesa, nel corso dei secoli, ha arricchito i suoi riti e cerimonie, offrendo occasioni di consolazione spirituale e di veri incontri con Dio...Leggi tutto

L’incontro di due sguardi...

La comunicazione umana, al contrario di quello che a volte appare, non è ristretta soltanto all’espressione verbale. L’uomo si relaziona con il mondo esterno – inclusi gli altri esseri umani – attraverso tutti i suoi sensi, con le più diverse manifestazio...Leggi tutto

Darà solamente “cose buone”

Preghiamo con fiducia. Se chiediamo qualcosa di sconveniente o che pregiudica la nostra salvezza, Dio si prenderà cura di indirizzare le nostre aspirazioni e ci esaudirà in forma sovrabbondante e magnifica....Leggi tutto

Chiese fatte a immagine del Cielo

Un ameno pomeriggio primaverile dell'anno 1153, un gruppo di monaci rivestiti del caratteristico abito bianco giunse in terre lusitane e, per decisione di el-rei, s'insediò in un villaggio ubicato nell'intersezione di due piccoli fiumi...Leggi tutto

La Chiesa diventa madre soltanto quando si apre alla novità di Dio, afferma il Papa

Nell'ultima Messa mattutina in Casa Santa Marta di quest'anno, Papa Francesco ha detto la seguente frase: "la Chiesa deve essere una madre, e non un'imprenditrice"......Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.