Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Altri » Notizie »
Notizie

Papa: Gesù è davanti al Padre in questo momento, pregando per noi

Pubblicato 2014/09/09
Autore : Gaudium Press

“L’amore non guarda se uno ha la faccia brutta o la faccia bella: ama! E Gesù fa lo stesso: ama e sceglie con amore”, ha osservato il Papa, in Casa Santa Marta

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Città del Vaticano (Martedì 09-09-2014, Gaudium Press) Nella Messa celebrata questo martedì 9 settembre, presso la Casa Santa Marta, Papa Francesco ha detto ai presenti che Gesù è in mezzo al suo popolo e si lascia toccare per guarire.

Riflettendo su tre momenti della vita di Nostro Signore, il Santo Padre ha detto che il primo è la preghiera, quando Gesù passa "tutta la notte pregando Dio", e diventa così "il grande intercessore":

"Lui è davanti al Padre in questo momento, pregando per noi. E questo deve darci coraggio! Perché nei momenti difficili di difficoltà o di bisogno e di tante cose, è il suo lavoro di oggi: pregare per noi, per la sua Chiesa. Noi dimentichiamo spesso questo, che Gesù prega per noi. E' la nostra forza questa.

Il Papa ha ricordato che Gesù prega dal primo momento quando era in terra e continua a pregare adesso per ognuno di noi, per tutta la Chiesa.

Subito dopo, il Papa ha affronttato l'episodio in cui Gesù sceglie i 12 Apostoli che Lo seguirebbero predicando il Vangelo. Per lui, siamo seguaci di Cristo, scelti dal Signore nel giorno del Battesimo.

"Queste sono cose d'amore! L'amore non guarda se uno ha la faccia brutta o la faccia bella: ama! E Gesù fa lo stesso: ama e sceglie con amore".

Secondo Papa Francesco, Gesù è vicino alla gente, e tantissimi vengono da Lui "per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie", perché "da Lui usciva una forza che guariva tutti".

"Non è un professore, un maestro, un mistico che si allontana dalla gente e parla dalla cattedra. No! E' in mezzo alla gente; si lascia toccare; lascia che la gente gli chieda. Così è Gesù: vicino alla gente", ha evidenziato il Papa.

Al termine della sua omelia, il Papa ha parlato dell'amore misericordioso di Gesù per noi:

"Così è il nostro Maestro, così è il nostro Signore: uno che prega, uno che sceglie la gente e uno che non ha vergogna di essere vicino alla gente. E questo ci dà fiducia in Lui. Ci affidiamo a Lui perché prega, perché ci ha scelto e perché ci è vicino". (LMI)

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Che anche le campane ricevono il "battesimo"?

Gli storici discordano sulla data precisa dell'invenzione della campana. Risulta che siano state fabbricate in Cina già intorno all'anno 2260 a.C. Esistevano anche in Egitto e a Roma, dove erano chiamate tintinabula e usate con diverse finalità...Leggi tutto

Gesù, fonte della temperanza

La medicina ha raggiunto, ai giorni nostri, un successo straordinario, curando malattie anticamente considerate mortali. ...Leggi tutto

Gesù ci perdona se noi ci lasciamo perdonare, scrive il Papa su Twitter

Nel messaggio di questo giovedì 25 settembre, il Santo Padre ha ricordato a tutti che Nostro Signore Gesù Cristo conosce le nostre debolezze e peccati e ci perdona......Leggi tutto

Pietre

Gerusalemme, anno 33dC. Mentre tutti si occupano dei preparativi per la Pasqua, tra pre-figure e gli olocausti, ecco, la rottura dell'abitudine di ciò che era già andato......Leggi tutto

Icona e preghiera della Giornata Mondiale delle Famiglie è presentato a Filadelfia

Rappresentante la Santa Famiglia di Nazareth, insieme con i nonni di Gesù, la scorsa domenica 7 settembre, è stato presentato dall'Arcivescovo di Filadelfia, Don Charles Chaput, l'icona ufficiale dell'Incontro Mondiale delle Famiglie......Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.