Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Magistero » Parola del Pastori »
Parola del Pastori

Maria, specchio splendente della bellezza divina

Pubblicato 2019/05/24
Autore : Cardinale Tarcisio Bertone, S.D.B.

Il tema prescelto per questa solenne Seduta Pubblica - "L'Immacolata, Madre di tutti gli uomini, icona della bellezza e della carità divina

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Il messaggio del Cardinale Tarcisio Bertone alla solenne Assemblea Pubblica delle Accademie Pontificie, mette in risalto l'importanza di Maria nella scoperta della "via pulchritudinis".

Cardinale Tarcisio Bertone, S.D.B.

Il tema prescelto per questa solenne Seduta Pubblica - "L'Immacolata, Madre di tutti gli uomini, icona della bellezza e della carità divina" - vuol giustamente mettere in risalto la singolare partecipazione dell'Immacolata Vergine Maria, Madre di Dio e Madre di tutti gli uomini, al mistero di Dio, mistero eccelso di bellezza e di carità. Dio, Uno e Trino, che diffonde la sua bellezza e la sua carità nel mondo da Lui creato, comunica, in modo particolare queste sue qualità alle creature umane per mezzo del perfettissimo Mediatore, il suo Figlio Gesù Cristo, modellandole e santificandole con la potenza dello Spirito Santo, affinché siano sante e immacolate al suo cospetto nella carità (cfr Ef 1,4).

Luogo primordiale di Maria nella creazione

Maria di Nazareth eccelle tra tutte le creature quale specchio fulgidissimo della bellezza divina perché, essendo stata "preservata" dal peccato originale e colmata "di grazia", è talmente animata e pervasa dalla carità dello Spirito Santo, da diventare il prototipo della persona umana che, nella maniera più totale e senza alcuna riserva, accoglie il Figlio di Dio nell'ora tragica della sua Passione come in quella della Risurrezione. Rimanendo profondamente unita a Cristo crocifisso e risorto, Maria si rivela Madre di tutta l'umanità e, in particolare, dei discepoli del Figlio. Nella sua prima Lettera enciclica Deus caritas est Sua Santità, facendo riferimento proprio alle parole pronunciate da Gesù in croce: "Ecco tua madre" (Gv 19,27), ha affermato che, sotto la croce del Figlio, "Maria è diventata, di fatto, Madre di tutti i credenti.

Alla sua bontà materna, come alla sua purezza e bellezza verginale, si rivolgono gli uomini di tutti i tempi e di tutte le parti del mondo nelle loro necessità e speranze, nelle loro gioie e sofferenze, nelle loro solitudini come anche nella condivisione comunitaria. E sempre sperimentano il dono della sua bontà, sperimentano l'amore inesauribile che ella riversa dal profondo del suo cuore. Le testimonianze di gratitudine, a lei tributate in tutti i continenti e in tutte le culture, sono il riconoscimento di quell'amore puro che non cerca sé stesso, ma semplicemente vuole il bene" (n. 42).

Maria, figura della Chiesa

La Chiesa, che ad imitazione della Vergine Maria è chiamata ad accogliere il Figlio di Dio nella storia e nelle vicende di ogni popolo e cultura, contemplando la singolare e luminosa figura di Maria, scopre e comprende sempre meglio la sua identità di madre, discepola e maestra. Per questo il Concilio Vaticano II "ha posto in evidenza che la Madre del Signore non è figura marginale nell'ambito della fede e nel panorama della teologia, poiché essa, per la sua intima partecipazione alla storia della salvezza, «riunisce in sé in qualche modo e riverbera i massimi dati della fede»" (Congregazione per l'Educazione Cattolica, La Vergine Maria nella formazione intellettuale e spirituale, D. 5). Maria perciò diventa «fondamentale per il "pensare" cristiano» (Giovanni Paolo II, Lettera ai sacerdoti per il Giovedì Santo 1995; il suo mistero ci illumina sul mistero della Chiesa e viceversa.

La mariologia e la "via pulchritudinis"

Questa solenne Seduta Pubblica, che vede protagoniste la Pontificia Accademia dell'Immacolata e la Pontificia Accademia Mariana Internazionale, è occasione propizia di cui il Sommo Pontefice si avvale per rivolgere un caloroso incoraggiamento a tutti i cultori di Mariologia, affinché si impegnino sempre più ed intensifichino la loro attività nell'ambito dei Centri di studio e nel campo delle pubblicazioni scientifiche, prestando particolare attenzione ad una metodologia rispettosa dell'interazione feconda tra la via veritatis e la via pulchritudinis, che si compendiano nella via caritatis.

(Lettera al Cardinale Paul Poupard in occasione dell'Assemblea Pubblica delle Accademie Pontificie, 20/11/2006)

(Revista ARALDI DEL VANGELO, Marzo/2007, n. 46, p. 38 - 39)

 

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

I riti e cerimonie della Santa Chiesa Cattolica: Nostalgia anticipata della Patria Celeste

La Santa Chiesa, nel corso dei secoli, ha arricchito i suoi riti e cerimonie, offrendo occasioni di consolazione spirituale e di veri incontri con Dio...Leggi tutto

Maria: fonte di gioia e fervore

"Vergine Immacolata, Madre della Chiesa, alimenta l’entusiasmo di tutti i componenti della nostra Diocesi: delle parrocchie e dei gruppi ecclesiali, delle associazioni e delle nuove forme di impegno apostolico che il Signore va suscitando......Leggi tutto

L’incontro di due sguardi...

La comunicazione umana, al contrario di quello che a volte appare, non è ristretta soltanto all’espressione verbale. L’uomo si relaziona con il mondo esterno – inclusi gli altri esseri umani – attraverso tutti i suoi sensi, con le più diverse manifestazio...Leggi tutto

Darà solamente “cose buone”

Preghiamo con fiducia. Se chiediamo qualcosa di sconveniente o che pregiudica la nostra salvezza, Dio si prenderà cura di indirizzare le nostre aspirazioni e ci esaudirà in forma sovrabbondante e magnifica....Leggi tutto

Chiese fatte a immagine del Cielo

Un ameno pomeriggio primaverile dell'anno 1153, un gruppo di monaci rivestiti del caratteristico abito bianco giunse in terre lusitane e, per decisione di el-rei, s'insediò in un villaggio ubicato nell'intersezione di due piccoli fiumi...Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.