Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
nossa_senhora_auxiliadora_ita-top.jpg

Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani! Perché il titolo di Ausiliatrice?
La Madonna ha come gloria maggiore essere ausiliatrice?

Per la Madonna la più grande gloria non è quella di essere la Madre di Dio? Certo! Non è gloria maggiore essere co-Redentrice del genere umano? Certo! Per Lei non è gloria maggiore essere stata concepita senza il peccato originale? Certo! Perché allora Nostra Signora Ausiliatrice? Perché tanta insistenza su questa invocazione: Nostra Signora Ausiliatrice?nostra_signora_ausiliatrice_1.jpg

È comprensibile, perché Lei, la Madre di Nostro Signore Gesù Cristo e nostra Madre è sempre pronta ad aiutarci in tutto ciò che ci serve. San Luigi di Montfort ha un'espressione che sembra esagerata, ma è assolutamente verità: se ci fosse nel mondo una sola madre che riunisse nel suo cuore tutte le forme e gradi di tenerezza che tutte le madre del mondo avrebbero per un figlio unico e questa madre avesse solo un figlio da amare, lei lo amerebbe meno che la Madonna ama tutti e ciascuno degli uomini.

In modo che Lei è così Madre di ciascuno di noi e vuole così tanto bene a ciascuno di noi - per più incapace, fuorviante o spiritualmente traballante che siamo - che quando un uomo si rivolge a Lei, il suo primo movimento è quello di amore e sostegno. Perché la Madonna ci accompagna anche prima che ci rivolgiamo a Lei. La Madonna vede le nostre necessità ed è attraverso la sua intercessione che abbiamo la grazia di rivolgerci a Lei. Dio ci dà la grazia di rivolgerci a Lei, noi ci rivolgiamo e la sua prima domanda è: "Figlio mio, che cosa vuoi?"

Ma noi abbiamo difficoltà di poter vedere questo. Perché?

Perché noi non vediamo, e nella nostra miseria ci sono spesso quelli che non credono perché non vedono. Ci dimentichiamo. Non abbiamo dubbi, ma ci dimentichiamo, ci sentiamo così disagevoli che diciamo: "Ma sarà proprio così? Poi, è successo questo e quello a me, io Le ho chiesto e Lei non mi ha assistito: perché dovrei credere che ora sarò salvato? Madre di misericordia ... per me, a volte sì, a volte no ... Nella prossima prova, perché confidare che sarò assistito, ó Madre di misericordia?!"

Sono in questi momenti, più che mai, che dobbiamo dire: "Nostra Signora Ausiliatrice dei cristiani, prega per noi!" Nelle ore in cui non capiamo, non abbiamo idea di cosa accadrà, dobbiamo ripetere con enfasi: "Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani!" Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani! Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani!" Poiché ad ogni caso vi è un'uscita. Noi a volte non vediamo l'uscita che la Madonna darà al caso, ma Lei sta già dando una soluzione monumentale.

A questo proposito, dunque, molto particolare, dobbiamo sempre ripetere: "Nostra Signora Ausiliatrice dei cristiani!" Il nostro fallimento Le proclama la vittoria e canta la Sua gloria. Pertanto, questa preghiera deve essere sempre sulle nostre labbra, in ogni momento: "Nostra Signora Ausiliatrice dei cristiani, prega per noi! Nostra Signora Ausiliatrice dei cristiani, prega per noi!" Preghiamo, quindi, "Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani! Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani!" in tutte le circostanze della nostra vita, ed essa si concluderà in modo tale che, al momento della morte, quando siamo nel ultimo respiro ancora diremo "Nostra Signora Ausiliatrice dei cristiani", e subito il cielo si aprirà per noi. (Mons. João Clá Dias, EP)

Maria Ausiliatrice

Maria Ausiliatrice dei Cristiani: sembra addirittura un pleonasmo. Sì, perché quello che la Madonna fa di più è aiutare.

Dietro l'invocazione del nome di Maria è sempre implicita la certezza che la preghiera sarà esaudita. Sappiamo che aiuta i cristiani. E questo aiuto viene offerto da Lei come Regina, attraverso la sua onnipotenza supplice e come Madre, che sempre desidera amorevolmente ciò che è meglio per i loro figli.

Ausiliatrice dei Cristiani

Si tratta di un titolo che è stato aggiunto a quelli che la Madonna aveva già nelle preghiere dei fedeli.

Lui onora, loda, glorifica ed è stato istituito per sostenere le numerose virtù di Maria e la pienezza di grazie con cui è stata favorita.

Questa invocazione mariana trova le sue radici nel 1571, quando Selim I, Imperatore dei Turchi, dopo aver conquistato diverse isole del Mediterraneo, lanciò il suo sguardo lussurioso sull'Europa.

Data l'inerzia delle nazioni cristiane, il Papa San Pio V decise di organizzare una potente flotta per salvare i cristiani dalla schiavitù musulmana. E per questo invocò l'ausilio della Vergine Maria. Don Giovanni D'Austria comandò le truppe cristiane.

Il Papa aveva inviato al Principe uno striscione ricamato con l'immagine di Gesù crocifisso e la raccomandazione che chiedessero la protezione, l'ausilio della Madonna. La preparazione dei soldati per la battaglia consisteva di tre giorni di digiuno, preghiera, recita del rosario e processioni, per chiedere a Dio la grazia della vittoria. Il nemico era superiore nei numeri. Dopo aver ricevuto la Santa Comunione, tutti partirono per la battaglia.nostra_signora_ausiliatrice_2.jpg

Il 7 ottobre 1571, invocando il nome di Maria, l'Aiuto dei cristiani, i cattolici combattenti iniziarono una dura e decisiva battaglia nelle acque della regione chiamata Lepanto. Dopo ore di aspri combattimenti, quando, in vari momenti la sconfitta sembrava imminente, arrivò la vittoria.

Fu una vittoria conquistata in una atmosfera carica di religiosità. Le grida di "Viva Maria" furono ascoltate con tanto fervore e intensità che coprivano le grida di guerra dei nemici e annegavano il rumore delle onde. Secondo le cronache degli sconfitti, una "bella signora" fu vista nel cielo e il suo sguardo fulmineo diffondeva il panico tra di loro e alimentava il coraggio dei cristiani per la lotta.

La Madonna aiutava i cristiani.

Perciò il Papa aggiunse alla litania della Madonna l'invocazione: Ausiliatrice dei cristiani. Lui voleva dimostrare la sua gratitudine per la vittoria ottenuta. Una vittoria ottenuta grazie all'aiuto e all'intercessione della Madonna in un momento difficile, un momento in cui il mondo cristiano aveva grande bisogno di tale ausilio.

Fu allora che nacque ufficialmente istituita dalla Chiesa, questa bell'invocazione che sembra pleonastica.

La data della celebrazione

Quando dovrebbe essere la celebrazione dell'invocazione di Nostra Signora Ausiliatrice dei Cristiani? L'invocazione "Ausiliatrice" dei cristiani, apparve nel 1571, durante la battaglia di Lepanto. Il giorno della festa di Maria Ausiliatrice fu definita solo molto più tardi, nel 1816, da Papa Pio VII per perpetuare la memoria di un altro fatto che attesta l'intercessione della Santa Madre di Dio.

Il Papa aveva rifiutato di annullare il matrimonio del fratello di Napoleone I, l'Imperatore di Francia. Ciò è servito come pretesto all'imperatore per invadere gli Stati Pontifici e occupare Roma. Napoleone fu scomunicato dal Papa. Per vendetta, rapì e portò in Francia il Vicario di Cristo, che in prigione, fu umiliato e offeso per cinque anni.

Anche in carcere, mosso dalla fede ardente, il Papa fece appello per l'intercessione di Maria Santissima, promettendo solennemente incoronare l'immagine della Madonna di Savona appena fosse liberato.

Allora la Madonna agì: il grido del mondo cattolico costrinse Napoleone a cedere. Il Papa fu liberato immediatamente e compì la sua promessa.

Il 24 maggio 1814, Pio VII tornò solennemente a Roma. Riacquistò il suo potere, i beni ecclesiastici furono restituiti e Napoleone fu costretto a firmare l'abdicazione nello stesso palazzo dove il Papa era stato imprigionato. In segno di gratitudine alla Santa Madre di Dio, Papa Pio VII istituì la festa della Madonna Ausiliatrice, fissandola nel giorno del suo ingresso trionfale a Roma.

» Torna in alto

Nostra Signora Ausiliatrice

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.