Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Dottrina » San Giuseppe »
San Giuseppe

Il primo devoto della Madonna

Pubblicato 2017/12/06
Autore : José António Dominguez

Quando parliamo per telefono con una persona che ancora non conosciamo succede a volte un curioso fenomeno psicologico.

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

Cerchi di raccogliersi un po´il lettore e di fare una meditazione sulla fisionomia ed il profilo morale di questo grande Santo, al quale proprio il figlio di Dio ha voluto essere sottomesso

José António Dominguez

Quando parliamo per telefono con una persona che ancora non conosciamo succede a volte un curioso fenomeno psicologico. Quasi istintivamente cerchiamo di immaginare il profilo fisico e morale della questa persona con cui parliamo. Dalle inflessioni della voce, dal modo di ridere e dal modo di parlare, è facile fare un´idea del nostro interlocutore. E, inconsciamente, la simpatia o l´antipatia si stabilisce. Quando finalmente l´incontriamo c´è allo stesso tempo una sorpresa e una conferma. Alcuni aspetti sono nuovi e ci provocano ammirazione, mentre altri corrispondono a quello che immaginavamo prima.

La fisionomia dei Santi

Qualcosa di simile può accadere quando chiediamo l´intercessione di qualche Santo. Molto lontani (la distanza tra il Cielo e la terra non può essere misurata a metri, ma varia a seconda della nostra fede), cerchiamo di immaginare come sarebbe questo Santo. A volte, quando abbiamo preso conoscenza della sua vita, esclamiamo internamente "È il protettore di cui avevo bisgono!" E ricorriamo con più fede al suo aiuto.

Perché?

C´è tra il Santo e noi certa somiglianza di situazione dell´esistenza. Per esempio, se lui ha attraversato difficoltà simili capirà meglio i nostri difetti e debolezze. Ci può essere anche qualche somiglianza psicologica... Si stabilisce così, una simpatia che ha allo stesso tempo qualcosa di naturale, ma anche del soprannaturale.

Le migliori immagini dei Santi messe alla venerazione dei fedeli ci devono aiutare a ideare più facilmente il suo profilo psicologico e soprannaturale. La fotografia ha quasi dispensato il lavoro dei pittori e degli scultori alla nostra epoca. Però, nel corso dei millenovecento anni della Storia della Chiesa, quanti volti dei Santi non ci piacerebbero aver conosciuto?

Il primo volto sarebbe di Nostro signore Gesù Cristo, dal quale ci è rimasto soltanto un abbozzo (un divino abbozzo, però) nel Santo Sudario. E como sarebbe il volto della Madonna?

Invece di contentarsi con le figure riprodotte dall´iconografia cattolica, potremmo raccoglierci e fare una meditazione un po´diversa: provare a immaginare all´interno di noi il volto ed il profilo morale di un beato.

Facciamo l´esperienza con un grande Santo, certamente il più importante che abbia mai esistito dopo la Madonna: il suo castissimo sposo, San Giuseppe.

Osservatore costante di Gesù e di Maria

Caro lettore, come immagini la figura maestosa e paternale di San Giuseppe?

Secondo San Tommaso d´Aquino, tutte le creature esistenti nell´universo potrebbero essere state create da Dio perfettamente, tranne tre: Gesù Cristo, la Madonna e la visione beatifica. Gesù, essendo Dio, non potrebbe avere la minina imperfezione. Per essere sua madre, è naturale che Lui scegliesse l´essere umano più perfetto. Quindi, se aggiungiamo le perfezioni di tutti gli Angeli e di tutti i Santi, avremo solo una pallida idea delle ricchezze soprannaturali che ornano l´anima di Maria.

Ma Dio non sceglierebbe come marito di sua Madre vergine, come padre adottivo uno che non fosse degno di tale compito. Dovrebbe essere un uomo all´altezza di questa sposa, a causa del suo amore per Dio, della giustizia, della purezza, della saggezza e per tutte le altre qualità possedute dalla Vergine. Questo uomo era San Giuseppe.

Entrambi appartenevano alla Casa di David. Forse avevano anche una certa somiglianza física. E è anche plausibile immaginare San Giuseppe con alcune caratteristiche del Ré Profeta, un suo antenato glorioso, che secondo la Scrittura era: "biondo, begli occhi e bell´apparenza (...), forte e coraggioso, eloquente, di bel viso, ed il Signore è con lui" (I Sam 16, 12 e 18).

Dal punto di vista soprannaturale, San Giuseppe ha raggiunto il più alto livello di santità ed è riuscito a praticare la devozione alla Madonna nel grado più perfetto, partecipando alle virtù della sposa verginale. La sua vita è stata una costante contemplazione di Maria e di Gesù. Quindi, lui può essere considerato il patrono ed il modello delle anime contemplative e dei devoti della Madonna.

L´esempio di Santa Teresa

Dopo di questa descrizione, sentiamo un´ enorme sproporzione rispetto a San Giuseppe. Dove incontrare un punto di affinità con un Santo così perfetto perché ci possiamo fidare della sua potente intercessione? Una delle sue più grandi devote, Santa Teresa di Gesù, diceva voler "convincere tutte le persone a diventare devote di questo glorioso Santo, dalla comprovazione che ho fatto dei doni che lui raggiunge con Dio". E aggiungeva: "Ho preso come protettore e signore il glorioso San Giuseppe. Sempre che gli chiedo una grazia Lui mi concede. Mi stupiscono dei favori che ho ricevuto da Dio per intercessione di questo beato Santo e dei pericoli di cui lui mi ha liberato, tanto del corpo quanto dell´anima.

"Sembra che Dio ha dato agli altri Santi il potere di soccorrere soltanto un tipo di necessità. Questo glorioso Santo ha dimostrato che mi può soccorrere in tutte le altri situazioni difficili. Dio vuole dare l´impressione che, siccome è stato ubbidiente a San Giuseppe sulla Terra, anche in Cielo Gesù fa tutto quanto lui Gli chide".

La devozione delle Sette Domeniche

Una delle devozioni a San Giuseppe più diffuse è quella delle Sette Domeniche in onore dei suoi sette dolori e delle sette allegrezze, che riportiamo qui sotto. Attraverso di esse, il lettore potrà ricevere le grazie per intercessione di San Giuseppe, meditando sui sette momenti più allegri della tua vita e lui vi svelerà i segreti della sua anima verginale, facendo che si conosca qualcosa del suo aspetto fisico e delle sue grandi virtù. La prima di esse è il suo grande amore alla Madonna, visto che San Giuseppe è il primo devoto della Vergine Maria.

Le Sette Domeniche in onore a San Giuseppe o Corona dei sette dolori e delle sette allegrezze di San Giuseppe

Preghiera preparatoria

Dio e mio Signore, a chi credo e spero, e che amo sopra ogni cosa, mi confondo tra i miei tanti peccati, e con sincero pentimento chiedo perdono e misericordia. Mi appesantisce gli aver offeso e propongo, con la Sua Divina Grazia, mai più tornare a offendergli. Abbi pietà di me, Signore, ascolta le mie preghiere e non permettere che io mi allontani da Te. E tu, buonissimo San Giuseppe, interceda per me perché Gesù perdoni i miei peccati e versi sulla mia anima i tesori della sua Santa Grazia, perché io possa fare con buon risultato le Sette Domeniche in tuo onore e per il bene della mia anima.

Ricordi, mio buono prottetore, che nessun di quelli che hanno implorato il tuo aiuto è rimasto senza consolazione. Avendo questa fiducia, vengo da te in questo giorno per supplicare le grazie di cui ho bisogno, sperando la concezione da parte di Gesù e Maria.
Amen.


Preghiera per ogni Domenica

I Domenica

O sposo purissimo di Maria Santissima, glorioso San Giuseppe, così come è stata grande l´amarezza del tuo cuore per lo stupore di abbandonare la tua castissima Sposa, così come è stata la tua gioia indescrivibile quando l´Angelo ti ha rivelato il sovrano mistero dell´Incarnazione. Per questo Dolore e per questa Gioia, ti chiediamo la grazia di consolare la nostra anima ora e nei momenti di dolore estremo con la gioia di una vita giusta e di una santa morte somigliante alla tua, assistiti da Gesù e da Maria.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, prega per noi.

II Domenica

O felicissimo Patriarca, glorioso San Giuseppe, che è stato scelto come Padre adottivo del Verbo Umanizzato, il Dolore che hai provato quando hai visto nascere in mezzo alla povertà il Dio Bambino, si è cambiato in gioia celeste quando hai sentito l´angelica armonia e quando hai contemplato la gloria di quella bellissima notte. Per questo Dolore e per questa Gioia, ti supplichiamo la grazia di, dopo tutto il percorso della nostra vita, poter sentire le lodi angeliche e godere gli splendori della gloria celeste.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, sostenitore del Figlio di Dio, prega per noi.

III Domenica

O obbedientissimo delle Leggi Divine, glorioso San Giuseppe, il prezioso sangue che nella circoncisione ha sparso il Redentore Bambino ha traffito il tuo cuore, ma il nome di Gesù ti ha rianimato, rimpiendolo di gioia. Per questo Dolore e per questa Gioia ci permetta di vivere senza peccati, per spirare pieni di gioia, con il nome di Gesù nel cuore e sulle labbra.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, obbedientissimo, prega per noi.

IV Domenica

O fedelissimo Santo, glorioso San Giuseppe che ha anche una parte nei misteri della nostra Redenzione, se la profezia di Simeone che Gesù e Maria dovrebbero soffrire ti ha provocato angoscia mortale, tu hai provato anche la gioia al momento della salvezza e della gloriosa Risurezione che ha saltavo tantissime anime. Per questo Dolore e per questa Gioia permetta che ci siamo tra coloro che, attraverso i meriti di Gesù e l´intercessione della Santissima Vergine, sua Madre, dovranno risuscitare gloriosamente.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, fedelissimo, prega per noi.

V Domenica

O custode vigile, intimo del Figlio di Dio Incarnato, glorioso San Giuseppe, quanto hai sofferto per alimentare e servire il Figlio dell´Altissimo, soprattutto alla sua partenza per l´Egitto. Però, hai provato anche la gioia per avere sempre con te lo stesso Dio e per vedere quando sono caduti per terra gli idoli egiziani. Per questo Dolore e per questa Gioia ci permetta di allontanare da noi l´infernale tiranno, soprattutto con la fuga dalle occasioni pericolose. Che tutti gli idoli e gli affetti terreni siano tolti dal nostro cuore, che possiamo servire interamente a Gesù e Maria, e che possiamo vivere nella loro gioia e anche morire nel loro amore.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, castissimo, prega per noi.

VI Domenica

O angelo sulla terra, glorioso San Giuseppe, che pieno di stupore ha visto il Ré del Cielo, obbediente ai loro ordini, la tua consolazione nel ricondurLo all´Egitto è stata turbata dalla paura di Archelau, figlio di Erode. Tuttavia, rasserenato dall´angelo, sei rimasto allegro a Nazareth insieme a Gesù e a Maria. Per questo Dolore e per questa Gioia ci permetta di raggiungere la grazia di liberare il cuore dal temore dannoso, di godersi la pace della mente, sicuri di vivere insieme a Gesù e a Maria, e anche di morire assistiti da loro.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, casto custode della Vergine, prega per noi.

VII Domenica

Ò esemplare di tutta la santità, glorioso San Giuseppe, hai perso senza colpa il Bambino Gesù, e con tanta angoscia hai dovuto prenderLo dopo di tre giorni, fino a che, con tanta gioia hai goduto quello che era la tua vita, incontrandoLo nel Tempio tra i dottori. Per questo Dolore e per questa Gioia ti supplichiamo, con il cuore in gola, che interceda perché non succeda a noi di perdere Gesù a causa di una colpa grave. Ma, se purtroppo Lo perdiamo, che con grandissimo dolore Lo cerchiamo e Lo incontriamo favorevole, specialmente al momento della nostra morte per poter glorificarLo in Cielo e lì cantare eternamente le Sue divine misericordie.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria.
San Giuseppe, fortissimo, prega per noi.

Preghiera finale

O Dio, che attraverso la tua inefabile providenza hai scelto il beato San Giuseppe come Sposo di tua Madre Santissima, concedi a noi qui sulla Terra e come protettore, poter meritare averLo in cielo come il nostro intercessore. Tu che vivi e regni per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Rivista Araldi del Vangelo, Marzo/2004, n. 27, p. 18-19

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.