Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Madonna del Rosario - Sao Paulo


Il 25 febbraio scorso, attraverso le mani sacre di Sua Eminenza Reverendissima il Cardinal Franc Rodé, CM, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, è stata dedicata la Chiesa della Madonna del Rosario, nel seminario degli Araldi del Vangelo

madonna_del_rosario_2.jpg

Il Seminario degli Araldi del Vangelo si trova in un luogo privilegiato, nella lussureggiante vegetazione tropicale della foresta atlantica brasiliana, sulle alture della Serra da Cantareira Il nome di questi monti evoca un bel simbolismo: in tempi ormai passati, le proprietà a nord dell'allora piccola città di San Paolo, si approvvigionavano alle fonti di acqua pura che vi sgorgano Il prezioso liquido era trasportato in orci (in portoghese "cântaros"), che venivano depositati presso le strade della regione Da qui il nome della serra:"Cantareira"

La dedicazione della Chiesa della Madonna del Rosario ha fatto sorgere, in questo stesso luogo, un'abbondante fonte di Acqua Viva, della quale parla il Vangelo (cfr Gv 4, 10-15) A partire dal momento in cui è stato consacrato, sono cominciati a defluire da questo tempio i torrenti di grazie divine che il Santo sacrificio della Messa, come gli altri sacramenti ivi amministrati, mettono a disposizione di tutti i fedeli, saziando la loro sete di Infinito.

madonna_del_rosario_3.jpg

Il tempio materiale è simbolo della Chiesa, formata da pietre vive, che sono tutti i cristiani Rappresenta anche la Gerusalemme Celeste, dove trionferemo eternamente con Cristo Conviene che la sua costruzione sia bella, addirittura splendente, ricordando a chi varca le sue soglie benedette che il Cielo è la meta di coloro che perseverano nella Fede e nella pratica della virtù.

Ispirata allo stile gotico, caratterizzato, fra gli altri dettagli, dalla caratteristica forma degli archi, come pure dall'incrocio di ogive e nervature, la Chiesa della Madonna del Rosario cerca esattamente questa bellezza ideale, creando al suo interno, attraverso la profusione di colori e la ricchezza delle forme, un ambiente adeguato per le celebrazioni liturgiche.

Occupando un'area di 1125 mq, con una capacità di 1100 posti a sedere, essa raggiunge un'altezza interna di 24 metri Il progetto architettonico è stato orientato da Don João Scognamiglio Clá Dias, e disegnato dall'architetto spagnolo Baltazar Gonzalez Fernandez, recentemente scomparso.

Questa realizzazione non sarebbe mai stata possibile senza il generoso aiuto dei collaboratori dell'Associazione Cattolica Madonna di Fatima, del Brasile, dell'Associazione Salvami Regina, della Spagna, dell'Associazione Madonna di Fatima - Stella della Nuova Evangelizzazione, dell'Italia e dell'Associazione dei Custodi di Maria, del Portogallo

Il rito di dedicazione

Con enorme gioia gli araldi hanno partecipato alla solenne celebrazione liturgica di dedicazione; gioia scaturita non solo per il fatto in sé, che ha marcato la storia dell'istituzione, ma, soprattutto, per vedere realizzato un desiderio lungamente coltivato nel più profondo delle loro anime Infatti, il carisma che in loro deve brillare con il massimo fulgore, al fine di poter dare testimonianza del Vangelo, passa ora ad esprimersi anche in quest'edificio sacro, elegante nelle sue linee architettoniche, nel variegato disegno delle sue pietre, nel gioco cromatico dei dipinti e nella luce catturata dal colore delle vetrate.

 madonna_del_rosario_4.jpg  madonna_del_rosario_5.jpg  madonna_del_rosario_6.jpg

 Il cerimoniale di dedicazione di una nuova chiesa è ricco e consiste in un'armoniosa successione di atti liturgici, tutti quanti pieni di significato La celebrazione è stata presieduta da Sua Eminenza il Cardinale Franc Rodé, CM, concelebrata dal Cardinale Odilo Pedro Scherer, Arcivescovo di San Paolo, da Mons José Maria Pinheiro, Vescovo Diocesano di Bragança Paulista - inoltre da più di 20 vescovi e numerosi sacerdoti Mons Adriano Paccanelli, maestro delle celebrazioni liturgiche della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore, ha fatto da cerimoniere

Consegna delle chiavi della Chiesa

Dopo i riti iniziali, il Cardinale Franc Rodé CM ha ricevuto dai rappresentanti dei costruttori le chiavi dell'edificio, consegnandole subito dopo al Superiore Generale della Società Clericale Virgo Flos Carmeli, Don João Scognamiglio Clá Dias, EP , poiché è a lui che compete l'incarico pastorale della nuova chiesa

Benedizione dell'acqua ed aspersione

L'acqua benedetta è un sacramentale che, se usato con fede, ci purifica dai peccati veniali e per il suo carattere esorcistico, allontana lo spirito maligno Il Cardinale Rodé ha benedetto l'acqua, con cui ha asperso sia il popolo, in segno di penitenza e a ricordo del Battesimo, sia le pareti e l'altare della nuova chiesa, al fine di purificarli.

madonna_del_rosario_7.jpg
madonna_del_rosario_8.jpg
madonna_del_rosario_9.jpg

Anche i concelebranti principali - Cardinale Odilo Scherer, Arcivescovo di San Paolo e Mons José Maria Pinheiro, Vescovo di Bragança Paulista - hanno partecipato all'aspersione

Deposizione delle reliquie

L'uso di collocare reliquie di santi sotto l'altare trova origine nei primi secoli della Chiesa, negli spazi limitati e reconditi delle Catacombe, dove divenne abituale celebrare la Messa sopra la pietra tombale di un martire Tra le centinaia di reliquie, che rimarranno esposte alla venerazione dei fedeli sotto questo altare, si distinguono quelle dei Dodici Apostoli

Benedizione dell'acqua ed aspersione

L'acqua benedetta è un sacramentale che, se usato con fede, ci purifica dai peccati veniali e per il suo carattere esorcistico, allontana lo spirito maligno.

Il Cardinale Rodé ha benedetto l'acqua, con cui ha asperso sia il popolo, in segno di penitenza e a ricordo del Battesimo, sia le pareti e l'altare della nuova chiesa, al fine di purificarli.

Anche i concelebranti principali - Cardinale Odilo Scherer, Arcivescovo di San Paolo e Mons. José Maria Pinheiro, Vescovo di Bragança Paulista - hanno partecipato all'aspersione.

Preghiera di dedicazione e unzione dell'altare e delle pareti della Chiesa

Dopo la Preghiera di Dedicazione (foto a sinistra) l'altare è stato unto con il santo Crisma Nei quattro angoli e al centro sono state tracciate croci con il Crisma, che simbolizzano misticamente le cinque Piaghe dello stesso Cristo, "l'Unto" dal Padre, per mezzo dello Spirito Santo, come unico sacerdote della Nuova Alleanza.

Da questo momento, il tempio è diventato degno del nome di chiesa, perché le sue pietre "battezzate" (con l'aspersione dell'acqua benedetta) e rese sacre con l'olio, già rappresentavano l'assemblea degli eletti, legati tra loro, così come con Cristo, la Pietra Divina, dall'indistruttibile cemento dell'amore.

madonna_del_rosario_10.jpg
madonna_del_rosario_11.jpg
madonna_del_rosario_12.jpg

Oltre l'altare sono state unte le pareti della chiesa Nelle foto a lato, il Cardinale Scherer (a sinistra), come pure il Cardinale Rodé (a destra) ungono alcune delle dodici croci, simbolo degli Apostoli di Cristo, collocate nel tempio

incensazione dell'altare e della chiesa

Dopo il rito dell'unzione, si è collocato sopra l'altare un turibolo per bruciare l'incenso, segno che il sacrificio di Cristo, perpetuato qui sacramentalmente, sale fino a Dio come soave aroma, insieme alle orazioni dei fedeli Subito dopo, il celebrante ha incensato lo stesso altare, e quattro diaconi hanno percorso tutta la chiesa incensandola con profusione; la scena ricordava la nube soprannaturale che aleggiò sul Tempio di Salomone, dopo la sua dedicazione, nell'Antico Testamento

Illuminazione dell'altare della chiesa

Si è proceduto, quindi, all'illuminazione della chiesa a festa, poiché Cristo è la luce che illumina i popoli Tutte le candele e le 12 torce, collocate nel luogo delle unzioni, sono accese in segno di gioia Queste dodici torce simbolizzano anch'esse i dodici Apostoli che, per la fede nel Crocifisso, hanno illuminato l'universo, istruendolo ed infammandolo d'amore Nel frattempo si intona un canto in onore di Cristo, luce del mondo.

Inaugurazione della Cappella del Santissimo

Dopo il rito eucaristico, avviene l'inaugurazione della Cappella del Santissimo Lì, il Santissimo Sacramento è stato esposto sull'altare e vi rimarrà perpetuamente Notte e giorno, gli Araldi del Vangelo eleveranno loro preghiere fino al trono dell'Altissimo, chiedendo per il Sommo Pontefice, per la Sacra Gerarchia, per la Santa Chiesa, per la Santificazione dei membri di quest'istituzione e per le intenzioni di tutti i cristiani del mondo intero.

 madonna_del_rosario_13.jpg madonna_del_rosario_14.jpg
 madonna_del_rosario_15.jpg

Riti fin ali

Al termine della cerimonia, Don João Scognamiglio Clá Dias ha dato lettura del paterno telegramma inviato da Benedetto XVI il quale concede a tutti i presenti la Benedizione Apostolica Esso è stato acclamato con un caloroso e prolungato applauso Allo stesso modo si è data conoscenza di uno speciale dono, ricevuto da un così giovane tempio: il vincolo di parentela spirituale con la Basilica Papale di Santa Maria Maggiore A Conclusione è stato letto il Decreto della Penitenzieria Apostolica, il quale concede indulgenza plenaria ai fedeli che partecipino in questo tempio ad una funzione sacra, in determinate occasioni.

(Revista Araldi Del Vangelo, Aprile/2008, n. 60, p. 24-30)

Madonna del Rosario - Sao Paulo

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.