Versione 0.6 Beta. Login | Registrarsi

Login

E-mail:
Password:
Non ti sei ancora registrato?
Fai clicca qui per acedere la comunità degli Araldi del Vangelo. Scrivi i tuoi commenti sulle attività.
Home » Santo del Giorno »
Santo del Giorno

San Giovanni della Croce

Pubblicato 2017/12/14
Autore : catolicanet.com.br

San Giovanni della Croce (Giovanni de Yepes) nacque vicino ad Avila, a Fontiveros, in Spagna, nel 1542. Era figlio di tessitori. Dopo aver dimostrato la sua incompetenza nelle varie occupazioni per le quali la famiglia, molto povera,

| Stampare | Email E-mail | Report! Correggere | Share

San Giovanni della Croce

San Giovanni della Croce (Giovanni de Yepes) nacque vicino ad Avila, a Fontiveros, in Spagna, nel 1542. Era figlio di tessitori. Dopo aver dimostrato la sua incompetenza nelle varie occupazioni per le quali la famiglia, molto povera, lo aveva cercato di incamminare, a venti anni, ingressò nell'Ordine dei Carmelitani. Studiò arte e teologia a Salamanca, dove poi diventò prefetto deglsao_joao_da_cruz.jpgi studenti. Fu ordinato sacerdote nel 1567, momento in cui incontrò Teresa d'Avila (Teresa di Gesù) la riformatrice delle carmelitane. La santa fondatrice aveva in mente di estendere la riforma anche ai conventi maschili dell'Ordine Carmelitano, e il suo delicato discernimento la fece percepire in quel frate, piccolo, estremamente serio, fisicamente insignificante, ma pieno di saggezza, il compagno ideale per portare avanti il suo coraggioso progetto.

A 25 anni, Giovanni de Yepes cambiò il suo nome e passò a chiamarsi Giovanni della Croce. Cominciò a lavorare nella riforma e fondò a Durvelo il primo convento dei carmelitani scalzi. Santa Teresa di Gesù lo chiamava il suo piccolo Seneca, giocava delicatamente con la sua statura, ma non esitava a considerarlo il padre della sua anima, affermando che non era possibile parlare di Dio con lui senza vederlo in estasi. Ventisette anni più giovane di Teresa, Giovanni de Yepes è una delle figure della mistica moderna.

Ma la cosiddetta "religiosità del deserto" è costata al santo fondatore maltrattamenti fisici e diffamazione: nel 1577 fu imprigionato per otto mesi nel carcere di Toledo. Ma in queste tenebre esteriori si accese la grande fiamma della sua poesia spirituale. "Soffrire e poi morire" era il motto dell'autore della Notte oscura dell'anima, della Salita del Monte Carmelo, del Cantico Spirituale e della Fiamma viva d'Amore.

San Giovanni della Croce morì nel convento di Ubeda, a quarantanove anni, il 14 dicembre 1591. Fu canonizzato nel 1726. Papa Pio XI gli conferì il titolo di Dottore della Chiesa, due secoli più tardi.

Fonte: www.catolicanet.com.br

Suo voto :
0
Risultato :
0
- Voti: 0

Articoli suggeriti

Quando l’antico è sempre attuale

Un giorno nella metropolitana di San Paolo, ho notato una ragazza con una collana al collo, da cui pendeva sia dal collo sia dalla schiena una targa di plastica con un pezzo di stoffa colore marrone...Leggi tutto

Copyright Araldi del Vangelo. Tutti i diritti riservati.